kirpi.it > Appunti > Viaggi > Germania > Trasporti

 
0

 

Bicicletta in Germania


Cicloturismo, piste e mappe ciclabili, agenzie viaggi specializzate, norme, noleggiatori di bici ed altre risorse utili per organizzare una vacanza in bicicletta in Germania


Cartello: riservato alle bici

In Germania (e forse più che in Italia, quindi) si può con facilità (Allgemeiner Deutscher Fahrrad-Club e.V.) girare in bicicletta, spesso per strade tranquille adatte anche a famiglie con bimbi e carrellini.

Mappe, Piste ciclabili

Pista ciclabile del Danubio

Non ci basta? Vogliamo cercare altre informazioni su un buon indice? Oppure sentire qualcuno che ha già esperienza? Ci sono in giro tante persone disposte a condividere le proprie esperienze e i propri preziosissimi link.


Fiera della bicicletta in Germania


Noleggiare una bicicletta in Germania


Organizzazioni di riferimento


Portare la bicicletta in treno

Pagina della Fiab per il trasporto delle bici in (Ferrovie Italiane)
“Trasporto della bici parzialmente smontata in una sacca (dimensioni massime 80×110×40); la bici viene equiparata ad una normale valigia e non è soggetta ad alcuna tariffa per il trasporto. Può essere trasportata gratuitamente su tutti i treni compresi gli Eurostar e le vetture letto e cuccette.” Scarica l’intero opuscolo.
Le bici possono essere agevolmente trasportate in a prezzi interessanti sino al punto di partenza, così come al rientro a casa.

N.B. Prima di partire è sempre meglio controllare che la bici sia in ordine.

Sono obbligatori, in Germania:

  • il fanalino frontale con luce bianca
  • il fanalino di coda con luce rossa, una dynamo da 3 watt - 6 Volt
  • almeno due catarifrangenti giallo/arancio sui raggi per ogni ruota (oppure ruote rifrangenti)
  • almeno due catarifrangenti su ciascuno dei pedali
  • un catarifrangente bianco frontale
  • un catarifrangente rosso posteriore che può essere integrato anche con il fanalino di coda
  • due freni indipendenti
  • il campanello

Il casco è fortemente consigliato (anche ai fini dell’assicurazione) specialmente per i bambini fino a 8 anni, ma non dovrebbe essere obbligatorio (chiamare l’ ADAC al numero 800 322 222 per informazioni sulla circolazione stradale in Germania).
Se pedali di notte è furbo adoperare un giubbotto riflettente, o almeno una striscia catarifrangente

Le differenze principali tra Italia e Germania in materia di codici, leggi e divieti sono fondamentalmente legate alla diversa coniugazione del verbo essere: presente indicativo in Germania, condizionale in Italia. Per il resto, spesso, non cambia molto
Visto che si siamo, per non fare la figura del solito italiano ricordati che (in Germania) non è consentito percorrere le strade a senso unico nel verso opposto.

Per la circolazione delle biciclette, in ogni regione (Land) vige in realtà una regolamentazione separata; in generale, comunque, soltanto laddove è segnalata una pista ciclabile con un numero specifico (in Baviera con i numeri: 237, solo ciclisti - 240, sia per pedoni che ciclisti - 241, ciclisti e pedoni con percorso separato) è obbligatorio percorrere quella via e non la strada sulla quale circolano le automobili.
E’ vietata la circolazione sulla strada per bambini fino a nove anni: a loro è consentito pedalare sul marciapiede.


Proposte di gite in bicicletta, accoglienza per ciclisti

Hikbik - http://www.hikbik.com/italiano/ciclovacanze/5fiumi.html - http://web.archive.or/web/20070220124733/www.hikbik.com/italiano/ciclovacanze/5fiumi.html http://www.sportler.com/sportlerShop/viaggi/bike